Stefano Montanari1

Incontri Musicali con l'Orchestra Barocca 2019/2020 - 25 gennaio direttore Stefano Montanari

Jean-Baptiste Lully & Michel Pignolet de Montéclair Musiques au temps du Roi Soleil et Louis le Bien-Aimé

al Castello Sforzesco - ore 16.00 - rassegna 14 dicembre/30 maggio

Incontri Musicali con l'Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado - XVI edizione
14 dicembre 2019/30 maggio 2020
in collaborazione con il Civico Museo degli Strumenti Musicali di Milano
Milano, Castello Sforzesco, Sala della Balla ore 16.00
ingresso gratuito con accesso dallo Scalone del Cortile della Rocchetta
fino a esaurimento posti disponibili

25 gennaio 2020
Jean-Baptiste Lully & Michel Pignolet de Montéclair
Musiques au temps du Roi Soleil et Louis le Bien-Aimé

Michel Pignolet de Montéclair
Serenade out concert divisée en trois suites

Jean-Baptiste Lully
Premiere marché de mousquetaires
Les folies d'Espagne
Marche pour la cérémonie des Turcs (da Le Bourgeois Gentilhomme)
Plainte de Vénus sur la mort d'Adonis da Ballet Royal de Flore LWW40
Dialogue de Clymène et Philis da Les Plaisirs de l'Ile Enchantée LWW22
Récit de l'Aurore da Les Plaisirs de l'Ile Enchantée Premier Intermède, Scène Première LWW22
Si l'Amour vous soumet à ses loix inhumaines da Le mariage forcé LWW20
Trop indiscret l'amour da Ballet des Muses LWW32

Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano
Stefano Montanari, direttore

La Sérénade ou concert divisé en trois suites pour les violons, flûtes et hautbois venne composta nel 1697 da Michel Pignolet de Montéclair , violinista e virtuoso di contrabbasso, compositore di cui non si hanno informazioni certe, nonostante sia stato uno dei più talentuosi autori francesi del periodo barocco. Nato ad Andelot nell'Alta Marna nel 1667 e probabilmente figlio di un tessitore, Pignolet de Montéclair fu allievo di J.B. Moreau e lavorò all'Opéra di Parigi. Fu un innovatore nell'orchestrazione ed ebbe influenza significativa su Jean-Philippe Rameau. Compose musica sacra, teatrale, vocale-strumentale e pubblicò lavori didattici, alcuni dei quali espressamente concepiti come strumenti pedagogici per insegnare lo stile francese. Fu docente di musica molto rispettato: tra i suoi allievi si annoverano le figlie del suo collega François Couperin.

Del più noto Jean Baptiste Lully (Firenze, 1632), compositore, ballerino e strumentista italiano naturalizzato francese, che trascorse gran parte della vita alla corte di Luigi XIV, l'Orchestra Barocca della Civica diretta da Stefano Montanari eseguirà la Premiere marché demousquetaires del 1658, Les folies d'Espagne del 1672 e la Marche pour la cérémonie des Turcs da Le Bourgeois Gentilhomme.
Commedia-balletto, quest'ultima, che vede la collaborazione tra Molière e Lully nel 1670. L'opera venne rappresentata per la prima volta alla corte di Luigi XIV nel Castello di Chambord dalla compagnia teatrale di Molière e dagli artisti delle due accademie reali, de Musique e de Danse. La marcia per la cerimonia dei Turchi accompagna l'incoronazione del ridicolo borghese Monsieur Jourdain, che vuole copiare le abitudini delle "persone di qualità". Anche Lully partecipò alla "cerimonia turca" in qualità di ballerino.

Orla Shalloo Bundrett, Caterina Chiarcos, soprani
Alessandra Vavasori, mezzosoprano

Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano

Artem Dzeganovskyi*, Angelo Basile, Giorgia Gianna, violini I
Stefano Gerard*, Faez Torkaman, Lucilla Tempella, violini II
Eugenio Milanese, Erika Lo Mele, viole
Bartolomeo Dandolo Marchesi, Andrea Gelain, violoncello
Daniele Quercia, contrabbasso
Punto Bawono, tiorba
Margherita Burattini, Priscila Gama Santana, arpe barocche
Alessandra Vavasori, cembalo
Ninon Dusollier, Ariadna Quappe, Chiara Busi, Laia Blasco Lopez, flauti dolci
Enrico Luca, Luca Bossi, Anna Venutti, Laura Minguzzi, Emanuele Gorla, traversieri
Mauro Colantonio, Iris Fistarollo, Anaïs Lauwaert, Norma Maria Torti, Daia Anwander, viola da gamba
Ciro Speranza, Edoardo Maviglia, timpani e percussioni

*prime parti

Stefano Montanari, direttore
____________________________

Diplomato in violino e pianoforte, Stefano Montanari si perfeziona con Pier Narciso Masi a Firenze e con Carlo Chiarappa a Lugano. Dal 1995 al 2012 è stato primo violino concertatore dell'Accademia Bizantina di Ravenna, ensemble specializzato in musica antica, con cui ha effettuato tournée in tutto il mondo. È stato a lungo docente presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano e ha di recente pubblicato un suo metodo di violino barocco. È da diversi anni direttore del progetto giovanile europeo «Jugendspodium Incontri musicali Dresda-Venezia». È stato protagonista nel 2007 del Concerto di Natale e nel 2011 del Concerto per la Festa della Repubblica al Senato, dove ha diretto l'Orchestra Barocca di Santa Cecilia eseguendo come violino solista Le quattro stagioni di Vivaldi. All'attività di solista affianca quella di direttore, ospite regolare di teatri quali il Donizetti di Bergamo (La Cecchina di Piccinni, Così fan tutte di Mozart, Don Gregorio, L'elisir d'amore e Don Pasquale di Donizetti), la Fenice di Venezia (Le quattro stagioni di Vivaldi, Messa in si minore di Bach, Così fan tutte di Mozart, L'inganno felice e La cambiale di matrimonio di Rossini, L'elisir d'amore di Donizetti, numerosi concerti sinfonici tra cui tre concerti di Natale in Basilica, L'Eritrea di Cavalli a Ca' Pesaro e laDafne di Caldara a Palazzo Ducale) e l'Opéra di Lione (trilogia Mozart-Da Ponte, Die Zauberflöte, Carmen, Le comte Ory). Ha inoltre diretto Il barbiere di Sivigliaa Palermo e Roma, Don Pasquale a Novara, L'elisir d'amore a Lucca, Semiramide riconosciuta di Porpora a Beaune, Don Giovanni a Toronto, Dido and Aeneas di Purcell, lo Stabat Mater di Rossini e il balletto Casanova Remix al Filarmonico e Don Giovanni all’Arena di Verona, Così fan tutte al Bol'šoj di Mosca. Nel 2015 ha eseguito il Viaggio a Reims di Rossini ad Amsterdam e ancora Il barbiere di Siviglia e Don Giovanni (Verona), Dido and Aeneas (Firenze)e Nozze di Figaro per il circuito Opera Lombardia. Accanto a quella come direttore e come violinista, intensa è anche la sua attività alla tastiera, come direttore dal cembalo o dal fortepiano, e come accompagnatore su tastiere storiche. Collabora con il jazzista Gianluigi Trovesi, con cui ha partecipato a importanti festival internazionali.

L'Orchestra Barocca della Civica, realtà unica in Italia, è costituita da studenti iscritti ai corsi di alta formazione della scuola e provenienti da tutto il mondo: Brasile, Argentina, Polonia, Giappone, Francia, Spagna, Grecia, Cile. L'Orchestra, che vanta normalmente un organico dai 15 ai 30 strumentisti, è spesso accolta in spazi prestigiosi, ed è guidata da maestri che insegnano all'interno dell'istituzione e da rinomati direttori ospiti: l'Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, tra le altre attività, offre infatti agli studenti l'occasione di esibirsi con professionisti del panorama internazionale. I concerti aperti al pubblico sono il punto d’arrivo di un percorso di studio e concertazione che ha luogo presso Villa Simonetta, sede della Civica: nel corso di ogni anno accademico l’Orchestra prepara ed esegue alcune produzioni destinate all'esterno: il repertorio, per cui vengono utilizzate copie di preziosi strumenti antichi, spazia dal primo Barocco fino al Classicismo.


Calendario
Incontri Musicali con l'Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

14 dicembre 2019
La Missa Artificiosissima di Antonio Caldara
Antonio Eros Negri, direttore
in collaborazione con il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como

25 gennaio 2020
Jean-Baptiste Lully & Michel Pignolet de Montéclair
Musiques au temps du Roi Soleil et Louis le Bien-Aimé
Stefano Montanari, direttore

22 febbraio 2020
Complessità e semplificazione: la crisi stilistica nella musica strumentale del primo ‘700
Vanni Moretto, direttore

28 marzo 2020
Progetto Bach
Lorenzo Ghielmi, direttore

18 aprile 2020
Europa in consort
Rodney Prada, direttore

30 maggio 2020
Concertato Veneziano: Per far maggior li ripieni con ogni sorte d’instromento
Luca Colombo, direttore

Gli altri appuntamenti con la Civica al Castello Sforzesco
⬅️I Martedì del Fortepiano
Due appuntamenti di musica da camera
Milano, Castello Sforzesco, Sala della Balla, ore 16.00
a cura di Paolo Rizzi e Andrea Di Renzo
17 marzo 2020
19 maggio 2020

Progetto Medioevo
⬅️Musica alla corte papale di Avignone
Milano, Castello Sforzesco, Sala della Balla, ore 16.00
9 maggio 2020
Ensemble di Musica Medievale diretto da Claudia Caffagni

Orch  Barocca Civica C  Abbado Dscf2582 Phmarinaalessi Web 23