NEWS

6/05 gli allievi della Civica in ClassicAperta - concerti aperti al pubblico nei cortili di via Padova-Quartiere Adriano

un progetto di Associazione per MITO Onlus

un progetto di Associazione per MITO Onlus

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado in
ClassicAperta
concerti aperti al pubblico nei cortili di via Padova-Quartiere Adriano

un progetto di Associazione per MITO Onlus
http://www.xmito.it/


6 maggio 2017 ore 17.00/20.00 ingresso libero
Curt de l’America, Casa Berra, Villa De Ponti, MI

  • La “Curt de l’America”, via Padova 275
    Duncan Stubbs, Jazz Folk Trio (based on famous English Folk Tunes)
    Helga Warner-Buhlmann, “Fagottini al forno” (danze di pietanze per tre fagotti)
    Trio Si fa fagotto
    Andrea Baiocco, Leonardo Scarano, Joanna Cordoano, fagotti

* * * *

  • Casa Berra, via Berra 10
    Amori Villani
    Anonimo, Canario
    Diego Ortiz, Passamezzo moderno
    Bartolomeo Tromboncino, Ostinato vo’ seguire
    Francesco Patavino, Un cavalier di Spagna
    Jaques Arcadelt, O felici occhi miei
    Thoinot Arbeau (1519-1595), Tourdion
    Ensemble La Marchesana
    Eleonora Bellini, soprano
    Mauro Colantonio, viola da gamba
    Stefano Seregni, trombone rinascimentale
    Maximiliano Pacheco, tiorba
    José Manuel Fernández Bravo, cornetto, flauto dolce, direzione

* * * *

  • Villa De Ponti,via San Mamete 42
    Paul Smadbeck, Rhytm Song
    Nebojsa Jovan Zivkovic, Meccanico from Trio per uno
    Alice Gomez, Rain Dance
    Diego Guaglianone, Jacopo Martignoni, Simone Leoni, Stefano Grasso, percussioni

Il viaggio musicale degli allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado comincia nella Curt de l’America, corte storica di via Padova del quartiere Crescenzago, punto di partenza di emigrati italiani che arrivavano qui per poi partire alla volta dell'America.

Protagonista è il trio Si fa fagotto: si inizia con Jazz Folk Trio, quattro brillanti arrangiamenti jazzistici dei tradizionali brani folklorici inglesi, per tre fagotti. Il secondo brano, “Fagottini al forno” (danze di pietanze per tre fagotti), è stato composto da Helga Warner-Buhlmann, docente di musica a Brema e Verden: da molti anni scrive pezzi per gli studenti, motivandoli alla pratica della musica in modo divertente e con lo scopo fondamentale di suonare insieme.

Nello spazio di Casa Berra, ex convento e dimora storica lungo il Naviglio della Martesana, l'Ensemble La Marchesana farà rivivere gli "amori villani". Il concerto, che rientra nell'ambito delle attività dell'Istituto di Musica Antica, esplorerà il repertorio di alcuni autori dei secoli XV e XVI.
Di Diego Ortiz, compositore e violagambista del Rinascimento spagnolo, nato a Toledo e morto a Napoli, autore di importanti trattati, si eseguirà Passamezzo moderno, danza rinascimentale italiana, conosciuta in tutta Europa. Di Bartolomeo Tromboncino, trombonista e compositore veneto, noto soprattutto come autore di frottole, si ascolterà Ostinato vo’ seguire, testo denso di orgoglio e spirito fiero ("Ostinato vo seguire/la magnanima mia impresa"...).
Di Francesco Patavino, musicista nato a Santa Croce, vicino Padova, si eseguirà Un cavalier di Spagna, composizione del 1526, di matrice popolare. Un cavaliere spagnolo percorre sentieri impervi di montagna cantando il suo amore per una donzella, a cui ha donato il cuore, e per la quale si strugge.
O felici occhi miei, dal I libro di madrigali di Jaques Arcadelt, fu composto nel 1539, e la sua melodia all'epoca ebbe grande successo. Arcadelt fu peraltro uno dei musicisti fiamminghi più notevoli. Attivo come maestro del coro della Cappella Sistina a Roma, lavorò a Firenze e Venezia, poi stabilmente a Parigi al servizio di Carlo di Guisa. Compose numerosi madrigali e chanson che influenzarono diversi musicisti contemporanei e posteriori. Il percorso nella musica del 1400/1500 si conclude con Tourdion di Thoinot Arbeau, canonico della zona di Digione, ricordato per avere scritto un trattato sulle danze in uso in Francia nel Cinquecento: per la prima volta si tenta di disegnare la coreografia illustrando gesti e passi sul rigo musicale in corrispondenza della battuta cui si riferiscono. Fu Arbeau a descrivere in modo circostanziato la danza tourdion, danza veloce, la più amata dai giovani del tempo.

A Villa De Ponti, una delle più antiche dimore in quella che era conosciuta come "la riviera di Crescenzago", esempio di architettura barocca, sono di scena le percussioni. La canzone Rhythm Song di Paul Smadbeck è una delle composizioni più famose di marimba di tutti i tempi, in cui si fondono elementi africani, latini, indonesiani.
Del serbo Nebojsa Jovan Zivkovic, acclamato dai critici come uno dei più interessanti performer e compositori per marimba e percussioni sulla scena internazionale, gli studenti della Civica eseguiranno Meccanico from Trio per uno, pezzo riconosciuto nel repertorio contemporaneo di percussioni in tutto il mondo, caratterizzato da un ritmo primordiale, ossessivo e pulsante.
Rain Dance di Alice Gomez, musicista dal patrimonio multiculturale (indiano, messicano e latino), chiude la scaletta di Villa De Ponti. Composizione nota a chi sia accosta allo studio della marimba, si fonda su semplici e accattivanti linee melodiche e imita il ticchettio ritmico della pioggia.


Civica Scuola di Musica Claudio Abbado - Fondazione Milano®, Villa Simonetta - via Stilicone 36 - 20154 - Milano
tel. 02.97.15.24 - uff. st. 339.85.30.339 info_musica@scmmi.it - www.fondazionemilano.eu/musica