NEWS

4/06 O gloriosa domina - concerto conclusivo del seminario curato da Giovanni Conti sul canto gregoriano

Basilica S. Simpliciano, Milano

Basilica S. Simpliciano, Milano

° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° ° °° ° ° ° ° ° °

O GLORIOSA DOMINA
concerto conclusivo del seminario curato da Giovanni Conti sul canto gregoriano presso Villa Simonetta
4 giugno 2017
, ore 17.00 - ingresso libero
Basilica S. Simpliciano, Milano

in collaborazione con Cantus Gregoriani Helvetici Cultores - Società svizzera per lo studio del Canto gregoriano, Lugano

Il concerto che si terrà il 4 giugno presso la basilica di San Simpliciano conclude il lungo seminario "(Introduzione al) canto gregoriano", organizzato dalla Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e curato da Giovanni Conti.
Percorrendo la tematica della devozione mariana, ereditata nella ritualità latina dalla tradizione liturgica orientale, gli studenti del corso presenteranno brani conosciuti e antifone rare, di ambito monastico e non, ispirate alla figura di Maria.

Giovanni Conti, note
La figura della Madre di Cristo nel repertorio monodico occidentale
"Nella storia dell’Europa medievale il linguaggio poetico della parola e del canto si muove nella sfera dell’intuizione e dell’emotività profonda, non si lascia imbrigliare da schemi, si espande in ambiti inediti. La musica svolge la funzione di tessuto connettivo: una nota si congiunge a un’altra all’interno di una melodia e sorregge le parole amplificando, anzi, il senso tecnico dei vocaboli che il canto riesce a trasfigurare e rendere punti fermi e luminosi di un cammino spirituale. Nel patrimonio delle Chiese del Medioevo latino alcune tematiche sono state fissate con intensità sorprendente, tra queste quelle legate alla figura di Maria e all’evoluzione del culto mariano, quale si riflette nelle feste introdotte lungo tutto il Medioevo con celebrazioni nelle quali prevale la memoria di singoli episodi della vita della madre di Gesù, dalla concezione immacolata all’assunzione al cielo. Di qui l’elaborazione ai fini liturgici di brani che vengono presentati nella versione sangallese, desunta dai codici collocabili tra il IX e XI secolo, conservati oggi nella Biblioteca della cittadina svizzera di San Gallo e nella Biblioteca del monastero di Einsiedeln. Per l’occasione, essendo dotata la chiesa di S. Simpliciano di un pregevolissimo strumento a canne, si è pensato di creare una piccola cornice organistica alle altezze delle monodie gregoriane che coinvolgono l’ascoltatore nel mistero di Maria; un contorno che si sviluppa, attraverso l’invenzione strumentale, nel segno della ricchezza della ricerca di Dio, della contemplazione e partecipazione alla Sua opera. Si tratta di espressioni compositive collegate dall’amore per l’impegno nel servizio, attraverso la creazione musicale: Girolamo Cavazzoni, Jean Adam Guilain, Dietrich Buxtehude e Jean Langlais, quest’ultimo esponente di spicco di quel mondo organistico del XX secolo sempre pronto a innovare senza, tuttavia, staccarsi dalla tradizione".

programma

Girolamo Cavazzoni (1520 - 1577)
Hymnus Ave maris stella
dalla Intavolatura cioè Recercari, canzoni, himni, magnificat [...]libro primo, Venezia, 1543
Inno Ave maris stella
Communio Diffusa est gratia

Jean Adam Guilain (ca. 1680 - post 1739)
Cromorne en Taille
Da Suite du quatrième ton (Pièces d'Orgue pour le Magnificat, 1706)
Introitus Vultum tuum
Communio Ecce Virgo concipiet

Jean Adam Guilain (ca. 1680 - post 1739)
Dialogue
Da Suite du quatrième ton (Pièces d'Orgue pour le Magnificat, 1706)
Antifona Gabriel Angelus Cum Ps.
Antifona Ave Maria

Dietrich Buxtehude (1637 - 1707)
Magnificat primi toni, BuxWV 203
Antifona Beata es Maria cum Magnificat

Jean Langlais (1907 - 1991)
Paraphrase sur "Salve Regina"(Vingt-quatre pièces pour harmoniumou orgue, op. 6)
Antifona Salve Regina

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado - Fondazione Milano®, Villa Simonetta - via Stilicone 36 - 20154 - Milano - tel. 02.97.15.24 - uff. st. 339.85.30.339 info_musica@scmmi.it - www.fondazionemilano.eu