Paolo Fenoglio


Dopo essersi dedicato agli studi classici e filosofici, Paolo Fenoglio svolge dal '73 un'intensa attività di saggista e conferenziere nel campo dell'estetica della musica, senza tralasciare occasionali interventi anche nel campo della filosofia e della storia della cultura. In particolare, ha tenuto oltre seicento conferenze in centri culturali, conservatori, università, licei e istituzioni musicali di numerosissime città italiane e talvolta anche in Svizzera.
Oltre ad aver firmato estese introduzioni storiche di parecchi dischi, ha pubblicato un centinaio di articoli e saggi (taluni anche di argomento letterario) sia su riviste specializzate e quotidiani, sia come presentazioni di importanti stagioni di concerti.
Nel '77 è uscito il suo volume Il pensiero filosofico e la musica (ed. Morcelliana, Brescia) e nell'80 -in collaborazione con Gianfranco Zàccaro- Le due strade di Schoenberg (ed. Lerici, Roma).
In tempi più recenti sono apparsi i due brevi ma densi saggi La musica come immagine del mondo (2006 CLUEB Bologna) e La Tetralogia wagneriana come profezia di un destino tedesco (2011, Bologna, Edizioni Ogni Uomo E Tutti Gli Uomini).
Dal '78 al '93 ha lavorato assiduamente con la RAI, per le cui tre reti radiofoniche ha realizzato, con vivo successo di pubblico, oltre trenta cicli serali e pomeridiani, anche in diretta, per un totale di circa cinquecento trasmissioni.
Fra i tanti titoli si possono ricordare "La fuga e la forma-sonata, due modelli di realtà e due visioni del mondo” (dieci puntate di 60 minuti ciascuna, RadioTre, 1981); "Musica e pensiero nella cultura moderna" (otto puntate di 70 minuti l'una, RadioTre 1983, ciclo replicato due volte su richiesta del pubblico); “La malinconia nel linguaggio musicale attraverso la storia” (tredici puntate di un’ora, RadioTre, 1985, programma replicato nel 1987).
Inoltre, con un taglio meno saggistico e maggiormente colloquiale, può essere ricordato il ciclo “La donna nel melodramma" (quattordici puntate di 25 minuti, RadioUno, 1982) nonché, soprattutto, la corposa esperienza de “La musica della vita" (RadioDue, estati '88, '89 e '92, per un totale di centosedici trasmissioni in diretta di 50 minuti l'una), dove temi esistenziali e culturali, stati d'animo e luoghi storici venivano “raccontati” attraverso riflessioni, ascolti musicali, letture poetiche.
Occasionalmente Paolo Fenoglio è apparso anche in televisione (Rai Tre) per presentare alcuni concerti sinfonici e ha realizzato alcuni cicli di trasmissioni per la Radio della Svizzera Italiana e per la Radio Vaticana, collaborando ripetutamente anche con il settore culturale dei Servizi per l'Estero della RAI.
Dal 1979 è docente di Storia ed estetica della musica presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

Per contattare il Paolo Fenoglio cell. 333/4951520.