CENTRO DI EDUCAZIONE MUSICALE (CEM)

LABORATORI

Canto Degli Armonici

Come cantare contemporaneamente due suoni con la stessa voce

LABORATORI

Canto Degli Armonici

Come cantare contemporaneamente due suoni con la stessa voce

Canto Degli Armonici

Come cantare contemporaneamente due suoni con la stessa voce

a cura di Andrea De Luca

DATE: 6 - 13 febbraio 2019

Esiste un modo insolito di cantare, usando due voci contemporaneamente: è il canto degli armonici (o anche canto difonico), una particolare tecnica vocale proveniente dalla tradizione dell'Asia Centrale (Mongolia, Repubblica di Tuva). Consiste nell'emissione simultanea, da parte della stessa persona, di due suoni, di cui uno continuo e l'altro modulabile in senso melodico.

Da quando l'etnomusicologo e musicista Tran Quang Hai ha elaborato un metodo semplice e preciso per praticarlo, il canto degli armonici, apparentemente misterioso, è divenuto in realtà alla portata di tutti, anche di chi non ha esperienze di canto o musicali. Avvicinarsi al canto degli armonici è un modo per entrare in contatto con gli elementi più sottili del suono.

Il laboratorio vuole offrire a tutti la possibilità di fare esperienza diretta del canto difonico, lavorando anche su alcuni elementi di base dell’uso della voce.

Ai partecipanti non è richiesta alcuna competenza specifica di tipo musicale o vocale, solo abbigliamento comodo e un tappetino o coperta per gli esercizi a terra.

Calendario:

6 e 13 febbraio 2019, ore 17.30 - 21.30
2 incontri per un totale di 8 ore

____________________________________________________________________________________

Andrea De Luca, attore e cantante, nei suoi studi sulla vocalità ha incontrato Tran Quang Hai, da cui ha appreso il canto degli armonici e la sua pedagogia.

Ha studiato anche con maestri di orientamento diverso, come il mezzosoprano Maria Minetto, il baritono Massimo Sardi. Ha frequentato seminari diretti, tra gli altri, da John Smith, David Moss e Anselmo Susca. Ha collaborato con Gabriel Alvarez, Elena Bucci, Lorenzo Brusci, Leo de Berardinis, Bruno de Franceschi, Maria Ellero, Andrès Morte, Carluccio Rossi, Marco Sgrosso, Aldo Tarabella e con il Roy Hart Théatre. Con Barbara Roganti forma il gruppo macchine da scrivere.